home page di castellabateinfo.it - dedicato a castellabate, la più bella località turistica del parco nazionale del cilento e vallo di diano, in provincia di salerno, italia
dedicato a castellabate, nel parco nazionale del cilento

castellabate, nel parco nazionale del cilento, in provincia di salerno - italia area marina protetta di s. maria di castellabate castellabate città del bio castellabate, tra i borghi più belli d'italia. il fascino dell'italia nascosta
       
castellabate, bandiera blu d'europa ininterrottamente dal 1999 castellabate, assegnataria delle vele di legambiente castellabate e il cilento, dichiarati patrimonio mondiale dell'umanità dall'unesco castellabate, porta nord del parco nazionale del cilento e del vallo di diano, il secondo più esteso d'italia
     
italiano english
home | infotel | e-mail | meteo | link
  castellabate, la più bella località turistica del parco nazionale del cilento e vallo di diano, in provincia di salerno, italia
• castellabate è la porta nord del parco nazionale del cilento, il pù esteso d'italia; a sud chiude il golfo di salerno con punta licosa e l'omonima isola; ed è anche sede della più bella area marina protetta d'italia •
castellabate, la più bella località turistica del parco nazionale del cilento e vallo di diano, in provincia di salerno, italia

cilento nel web dedicato ai comuni del cilento a vocazione turistica. il turismo nel cilento interno e costiero. informazioni, hotel, b&b, agriturismo, affittacamere, case, appartamenti, ville, villaggi, camping. tutta l'ospitalità del cilento   prodotti del cilento è il portale dedicato a prodotti e produttori cilentani. la directory più completa dedicata alle produzioni tipiche cilentane   sante messe nel comune di castellabate,, alle frazioni s. maria, s. marco, ogliastro, lago, alano, annunziata, punta licosa, s. pietro e castellabate capoluogo
Castellabate case per vacanze è un catalogo on line che presenta appartamenti, ville, b&b e agriturismo ubicati nel comune di Castellabate, nel cuore del parco nazionale del Cilento, in provincia di Salerno.

Libri dedicati a Castellabate

Edizioni la Colomba - Visita il sito web dell'editore di Castellabate

Giuseppe Lembo, scrittore, giornalista, sociologo - Visita il sito

CHIEFFALLO Domenico, Le terre dell'abbandono l'emigrazione cilentana in Europa dal secondo dopoguerra ai giorni nostri, Edizioni CPCC, € 11,33

MOSTARDI Fausto, San Costabile Gentilcore abate IV della Badia di Cava fondatore e patrono di Castellabate, Ed. Associazione culturale A. M. Farina/CRA di Castellabate Credito cooperativo, 1996

FARINA Alfonso Maria, Castellabate pagine di storia antica e moderna, Ed. CRA di Castellabate Credito cooperativo, 1996

AMATO Angelo Raffaele, Il paese delle sirene, Angelo Raffaele Amato, € 10,00

MAIURI Carmine, Il vento della storia sul parco marino di Castellabate, Edizioni CPCC

IANNI Costantino, Il sangue degli emigranti, Edizioni Galzerano, € 15,00

CHIEFFALLO Domenico, Novecento Cilentano cent'anni di lotte,speranzw, delusioni in una realtà rurale, Edizioni CPCC, € 11,33

SEVERINO G. - BARTOLINI R., I finanzieri nella repressione del brigantaggio (1860 - 1866), Ed. Museo Storico della Guardia di Finanza

APICELLA Vincenzo, Marina antica: Tre storie ambientate nel magico scenario di Marina Antica, Edizioni Mef - L'autore Libri Firenze, € 13,50


fondazione banco alimentare   fondazione banco farmaceutico   fondazione banco informatico
Breve notizia storica

La storia di questo territorio è legata — soprattutto — a san Costabile Gentilcore, IV abate della Ss.ma Trinità di Cava de' Tirreni. Nel medesimo anno in cui fu elevato alla dignità di abate, egli avviò i lavori di costruzione del Castello dell’Angelo (10 ottobre 1123), che, successivamente intitolato proprio a lui, diede origine al nome del borgo: Castrum Abbatis, lo castello de lo abbate, castello dell’abbate, Castellabate.
L’abbaziato di Costabile durò poco. Si spense, infatti, il 17 febbraio 1124. Il successore, l'abate Simeone, completò la costruzione del maniero e aiutò sempre la popolazione. Col passare del tempo, Castellabate divenne la più importante baronia del Cilento.
Ma procediamo celermente, fino a giungere al 1800, con questa pagina tratta da un volume dello storico Pietro Ebner. “Nel 1553 la regia corte vendette Castellabate al noto giurista Marino Freccia, il quale anni dopo vendette i beni acquistati a Carlo Caracciolo. Castello e casale passarono poi alla famiglia Loffredo e da questa ai Filomarino dei conti della Rocca d’Aspide). Nel 1619 fu chiesto l’assenso alla vendita dell’erbaggio con la fida in tutto il territorio del castello dell’Abbate fatta da Francesco Matarazzo, figlio ed erede di Alessandro e Tommaso Filomarino della Rocca. Il feudo passò poi alla famiglia Acquaviva dei conti di Conversano. … Successivamente… passò alla famiglia Granito che nel ‘700 lo possedeva con titolo di marchese, ottenuto il 29 novembre 1745. Il feudo, con la portolania di Omignano e altre giurisdizioni sulle terre di Rocca di Cilento, Montecorice, S. Maria a Mare, Rutino e S. Lorenzo passò poi per successione (20 luglio 1767) di Paride, al figlio Angelo e da questo al figlio Luigi… Non avendo avuto discendenti il titolo passò al secondogenito del fratello Gioacchino… e quindi al figlio di quest’ultimo, Angelo (n. 21 ottobre 1782 m. 29 giugno 1861). Quest’ultimo sposò la nobile Paolina Pignatelli, principessa di Belmonte, …dalla quale ebbe Gioacchino (2 novembre 1849) che con lettere Patenti 3 aprile 1887 ottenne di assumere… i titoli di principe di Belmonte…”. [...]
Lentamente, in seguito al riconquistato rapporto col mare, molti abitanti di Castellabate si diedero alla pesca. Un po’ alla volta l’economia del luogo, a prevalenza agricola, andò trasformandosi: verso la fine del XIX secolo, alla pesca – ormai divenuta una delle principali fonti di reddito – si affiancarono altre attività. “Il riferimento scontato va necessariamente al terziario, il quale portò nelle marine di Castellabate la nascita della cantieristica navale… e, non per ultima, quella della conservazione e diffusione nel mercato nazionale del pesce insaccato e sottosale”.


castellabateinfo.it © 2005-2011
designer & photographer: camilla
web master: francesca